musei ed arte

 


LA GALLERIA PARMEGGIANI

 

Il museo attualmente è integrato nel circuito dei musei civici di Reggio Emilia, ma deriva dalle raccolte di Luigi Parmeggiani per le quali lo stesso collezionista -intorno al 1928- volle destinare una palazzina in stile un pò fantasioso in una zona centrale della città.

Parte importante delle antiche collezioni ha provenienza francese e sicuramente risente dei gusti personalissimi del Parmeggiani. Parte degli oggetti esposti sono conseguenti al rapporto di amicizia, durante un soggiorno londinese,  del citato personaggio con lo spagnolo Escosura proprietario di una galleria.

A parte il vestibolo il museo è articolato in diverse stanze: sala delle armi, sala dei gioielli, sala dei costumi, salone centrale, sala Detti, sala Escosura, sala Fiamminga, sala Franco -Inglese, sala Spagnola, sala dei Velluti.


ingresso del museo-foto alpy 2014
il portale (stile XV secolo) proviene da Valencia
Nell'edificio il comune di Reggio Emilia propone spesso mostre temporanee


una delle sale interne della galleria-foto alpav 2014

Tra le opere d'arte più significative del salone centrale va segnalato il dipinto " Salvatore Benedicente " generalmente attribuito a El Greco. Altre tele sono di Andrea Celesti, Gianbettino Cignaroli, Giovanni Francesco Romanelli.

I dipinti di Cesare Detti sono nell'omonima sala. Altri quadri sono nella sala Escosura, in quella Spagnola ed in altre. Sono degni di nota un "paesaggio invernale con fuga in Egitto " di Gysbrecht Leytens, il "Matematico " di Jusepe de Rebeira (lo Spagnoletto) ed un dipinto sull'allegoria della Lussuria.

Altre esposizioni sono di sicuro interesse antiquario. Diversi oggetti di oreficeria provengono dalla manifattura Marcy.



il teatro di Reggio Emilia, non distante dal museo-foto alpav 2014

 

 


 

 

HOME